MIO PADRE – di Pierpaolo Palladino

Un uomo anziano va a trovare la moglie in uno stabilimento balneare in compagnia della sua cagnetta, chiacchiera con il barista e va in bagno lasciando la cagnetta fuori della porta. All’uscita del bagno si ritrova da solo e senza il cane. Lo stabilimento è chiuso e l’unica presenza è un muratore che sta ristrutturando il locale. L’uomo ha problemi di memoria e non ricorda neanche come tornare a casa. Continua a cercare sia la cagnetta che la moglie in una spiaggia deserta. Solo l’arrivo del figlio lo restituisce alla realtà da cui vuole continuamente sfuggire.

PRODUZIONE: ASS. CULT. RACCONTI TEATRALI ITALIA – 2018 PAESE: ITALIA
DURATA: 15’00”
GENERE: DRAMMA

REGIA: PIERPAOLO PALLADINO1

CAST: ANDREA TIDONAPAOLO RICCI – GERMANO GENTILE – ALESSANDRO RICCI – DAVIDE CAMEROTA
SOGGETTO E SCENEGGIATURA: ALESSIA SAMBRINI E PIERPAOLO PALLADINO
DOP: ANDREA JOSE’ DI PASQUALE

MUSICHE: PINO CANGIALOSI
SCENOGRAFO: SANDRO SCARMIGLIA
COSTUMI: ALESSIA SAMBRINI
MONTAGGIO: FEDERICO GRECO
MIXER AUDIO: LORENZO CORVI – FEDERICO TUMMOLO AIUTO REGIA/SEGRETARIA DI EDIZIONE: ALESSIA SAMBRINI