La battaglia di Roma – Lo spettacolo

“Come fo’ m io a spiegà lo stroligà de la capoccia li straveri dell’anima quanno li minuti che passaveno ereno macigni de Sisifo e tutti guardavamio all’imbocco de via Ostiense come ar fiume de Caronte: erimo lì sospesi, tra la croce de San Pietro e er martirio de San Paolo, potendo passà a la storia o scomparì ner burone de la guera: quinnici secoli che Roma nun veniva conquistata dar sud, quinnici secoli e toccava proprio a noi difennela ? Tu vedi la scalogna!”

In scena un attore solo, che racconta una storia da lui scritta in versi. Versi liberi, ispirati dalla struttura stessa del romanesco, per rievocare una giornata emblematica, il 10 settembre 1943, due giorni dopo l’armistizio, quando fu combattuta a Roma la più grossa battaglia sul suolo nazionale tra l’esercito regolare italiano e le armate tedesche. Carabinieri, Bersaglieri e Granatieri, di stanza nella capitale, si ritrovarono da soli ad affrontare la reazione degli ex alleati comandati da Kesserling e desiderosi di vendicarsi del tradimento italiano. I fatti storici e i sogni privati dei compagni d’arme sono rievocati in questo testo/racconto, partendo dalla descrizione delle strade bombardate dagli americani fino al luogo della battaglia, che ebbe il suo epicentro davanti alla porta di San Paolo. Una galleria di volti del popolo e dei soldati, di volta in volta smarriti o coraggiosi, in un vortice di vita e morte come solo in guerra, in questa come in qualsiasi altra, si è costretti ad affrontare.

 

Segnalazione del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche Dante Cappelletti – II edizione

La battaglia di Roma di Pierpaolo Palladino viene segnalato per il suo racconto sulla Resistenza antifascista, a Roma, oggi quanto mai necessario. Una trascrizione epica di episodi profondamente umani, cui l’autore e attore aggiunge una solida presenza nel costante confronto con la partitura musicale.

Leggi un estratto del TESTO

di e con
Pierpaolo Palladino

musiche di Pino Cangialosi
eseguite dal vivo da
Benedetto Biondo, tromba
Pino Cangialosi, pianoforte

 

 

 

Vai all'indice degli SPETTACOLI