IMPRESA DI FAMIGLIA

Sei personaggi danno vita a una singola ma emblematica giornata passata in una fabbrica a conduzione familiare. Uno spaccato realistico e appassionato del mondo del lavoro oggi, alle prese con un mercato imprevedibile e ingovernabile, con l’ansia del credito e con l’esosità delle banche e dei loro interessi.

 

 

Leggi un estratto del TESTO

 

La versione inglese del testo curata da Dave Johnson e Laura Caparrotti, ha debuttato il 29 settembre al theater for the New City.

 

Leggi l'estratto in INGLESE

 

“Migliaia, milioni di individui lavorano, producono e risparmiano nonostante tutto quello che noi possiamo inventare per molestarli, incepparli, scoraggiarli. E’ la vocazione naturale che li spinge; non soltanto la sete di denaro. Il gusto, l’orgoglio di vedere la propria azienda prosperare, acquistare credito, ispirare fiducia a clientele sempre più vaste, ampliare gli impianti, abbellire le sedi, costituiscono una molla di progresso altrettanto potente che il guadagno. Se così non fosse, non si spiegherebbe come ci siano imprenditori che nella propria azienda prodigano tutte le loro energie e investono tutti i loro capitali per ritrarre spesso utili di gran lunga più modesti di quelli che potrebbero sicuramente e comodamente ottenere con altri impieghi”- Luigi Einaudi

 

Intervista a Pierpaolo Palladino per Impresa di Famiglia al teatro vespasiano di Rieti il 28 settembre 2011. di Francesca Pompili

1 Pierpaolo, il tema trattato da te e tuo fratello Ivan in Impresa di famiglia è assolutamente attuale sebbene l’opera sia stata scritta dodic anni fa. Ritieni importante il testo ed i suoi contenuti in uno spettacolo essenziale e crudo come la vostra opera?

Lo ritengo fondamentale perché è il riferimento primo e ultimo … LEGGI TUTTO

 

Vai all'indice degli SPETTACOLI